Skip to content

Expressions cards

5. Oktober 2012

In Sandros Italienischbuch geht es gerade um häufige Ausdrücke wie „Wirklich?“, „Hoffentlich!“, „Zum Glück!“ usw.

Nel libro di Italiano c’é un capitolo dedicato alle espressioni che si possono usare durante una conversazione.

Ich habe die Ausdrücke auf Kärtchen geschrieben und nun üben wir mit folgendem Spiel:

Ho ricopiato le espressioni su delle carte e ora ci esercitiamo con questo gioco:

Abwechselnd wählt man eine Karte, welche eine Antwort-Karte ist. Der Mitspieler muss sich nun eine passende Frage oder einen passenden Satz dazu ausdenken.
Zum Beispiel lautete Sandros Antwortkarte „Damit bin ich nicht einverstanden.“ und ich sagte: „Wir werden nie wieder Übungen für italienische Grammatik machen.“ :)
Natürlich kann man es auch umgekehrt spielen: Einen Satz sagen und der Mitspieler soll einen passenden Ausdruck darauf finden.

Si sceglie una carta che é la carta-risposta. L’altro giocatore ora deve trovare una domanda o una frase che ci sta bene con questa risposta.
Per esempio la carta-risposta di Sandro diceva: „Non ci sto.“  e io ho detto: „Non faremo mai piú degli esercizi di grammatica.“ :)
Naturalmente si puó anche giocare viceversa: Dire una frase e l’altro giocatore deve scegliere un’espressione adatta.

Advertisements
9 Kommentare leave one →
  1. 5. Oktober 2012 13:04

    Ich mag Deinen Blog allein schon deshalb, weil ich da meine rudimentären Italienisch-Kenntnisse ein bissl auffrischen kann. ;-) Alles Liebe, Martina :-)

  2. 5. Oktober 2012 19:04

    davvero stimolante, brava Sybille!
    Buon fine settimana,
    Amalia

  3. 5. Oktober 2012 21:02

    Ich mag Deinen Blog allein schon deshalb, weil ich da meine Deutsch-Kenntnisse auffrischen kann ;) e poi lo adoro perché hai sempre mille idee stimolanti che mettono in moto anche la mia mente alla caccia di cose che posso fare con le mie bimbe (che son ben più piccole).

    Leggendo la ricchezza dell’istruzione di tuo figlio, mi viene il magone pensando a quanto vengono sprecate le menti e le capacità dei nostri figli nell’attuale scuola.

    Grazie di condividere con noi la vostra esperienza!

    • Sybille permalink*
      6. Oktober 2012 17:55

      Grazie Monica, comunque penso che non si puó generalizzare il concetto scuola/nonscuola, dipende tanto dalla situazione individuale, dalla scuola che ti capita, dagli insegnanti, ma anche dal bambino stesso e dalle aspettative dei genitori, della famiglia. Io sono contenta che i miei figli abbiano potuto fare l’esperienza della scuoletta montessoriana almeno (okay, era una cosa molto diversa dalla scuola tradizionale)- sanno cosa significa stare insieme ad altri bambini, con obblighi e doveri, a rapportarsi con altri insegnanti, avere stimoli diversi da quelli che ricevono a casa. Poi certo, da quando abbiamo optato per l’homeschooling ci stiamo godendo questa esperienza, che come tutto ha i suoi lati positivi e quelli meno. In realtá peró non sappiamo cosa „perdiamo“ non andando a scuola – chissá magari Sandro si sarebbe trovato superbenissimo? Per esempio le mie nipoti: una adora andare a scuola, durante le vacanze si annoia, é bravissima in tutte le materie, sogna di diventare insegnante. L’altra é felice di aver „sopravvissuto“ finalmente alla scuola media e ora pian piano, con la scuola superiore di sua scelta, sta iniziando a „fiorire“: si sente a suo agio, studia materie che le interessano, riesce a sviluppare i suoi talenti.
      Noi ci siamo permessi il lusso di far scegliere ai figli se andare a scuola o non (almeno fino alle medie), ed eccoci qui con il nostro ultimo anno di homeschooling, a impegnarci di dare il nostro meglio, a divertirci imparando insieme, a fare tante cose che a scuola non si farebbero e anche a perdere sicuramente delle occasioni che ci sono a scuola ma a casa no. Ti prego non farti venire il magone al pensiero della scuola, abbi fiducia nei tuoi bambini, e in te e in voi come famiglia, e poi si vedrá – se ci saranno dei problemi, ci saranno anche dei modi di risolverli! E se i problemi non ci sono – meglio! :)
      un abbraccio
      S.

  4. 6. Oktober 2012 11:45

    Ein bisschen Italienischauffrischung täte mir nicht schaden. Letztes Wochenende kamen überraschend Verwandte hier vorbei und als ich dann mein verstaubtes Italienisch auspacken musste … „accidenti“… ;)

  5. 9. Oktober 2012 21:53

    Einfach tolle Ideen hast du! Ich sollte mit Notizbuch vor dem PC sitzen… :-)
    Ganz liebi grüäss, anja

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s